MENU
+39 06 9032031
Compara

Sinusite, alcuni consigli

Sinusite, alcuni consigli

La sinusite è un disturbo relativo all’infiammazione della mucosa dei seni paranasali, ossia le cavità che si trovano attorno al naso, nelle ossa della fronte e della mascella. Hanno il compito di proteggere il cervello attutendo gli urti e di condizionare, insieme al naso, l’aria inspirata.

La sinusite è una malattia relativamente frequente e si manifesta sotto varie forme, la cui definizione medica differisce in base alla intensità e durata:

  • Acuta: quando dura tra una e tre settimane.

  • Cronica: quando va oltre i tre mesi.

  • Ricorrente: quando si manifesta per più volte all’anno in forma acuta.

Cambia anche in base alla sede in cui si presenta (mascellare, frontale, etmoidale, sfenoidale) e può variare anche a seconda della sua estensione (monolaterale o bilaterale), oltre che alla manifestazione in più seni (polisinusite) o tutti i seni (pansinusite).

I sintomi dalla sinusite sono ben noti: il principale è il fastidio simile a qualcosa che comprime il volto e che si sposta a ogni movimento del capo ed è, solitamente, a livello della fronte e alla radice del naso, anche se non sono rari i dolori e i fastidi che interessano gli occhi e l’arcata dentaria superiore.

Cause
Le cause che portano a sinusite possono essere di origine infiammatoria ma anche strutturali. Non curare un comune raffreddore o un’allergia predispongono l’individuo alla sua insorgenza.

La sinusite può essere causata da agenti infettivi e virali, ma anche dal ristagno del muco nella cavità nasale e nei suoi setti, è noto che le anomalie nel setto nasale e i traumi subiti nella vita possano predisporre le persone alla sua manifestazione.

Ulteriori cause possono essere l’ipertrofia adenoidea, il nuoto e le immersioni subacquee o le infezioni ai denti e corpi estranei che si insinuano nelle cavità nasali.

Rimedi

Per prevenire il disturbo, così come per curarlo, è necessaria una costante e minuziosa pulizia dei seni nasali, ideale se effettuata con una soluzione di acqua e sale inalata direttamente dalle narici ma anche con dei suffumigi a base di acqua bollente, bicarbonato e camomilla, oppure ancora con olio essenziale di eucalipto, timo, tea tree oil o olio di melaleuca e menta.

Determinati prodotti a base di Ambroxolo cloridrato, regolarizzano il trasporto delle secrezioni in tutto l'albero respiratorio. Possono aiutare anche quelli con una marcata attività mucolitica e mucoregolatrice.

Anche i cataplasma di argilla verde apportano sollievo e sono facilmente reperibili in farmacia.

Idratarsi: soprattutto con le tisane allo zenzero che sono un toccasana e garantiscono al fisico un buon apporto idrico e salino, oltre alle note proprietà antinfiammatorie di questa radice.


Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti è a tua totale disposizione.


Commenti


Lascia un commento

Nota: eventuale codice HTML verrà scartato