MENU
+39 06 9032031
Compara

Ripartire col piede giusto, alcuni consigli

Ripartire col piede giusto, alcuni consigli

Le feste sono passate da un bel po’, ormai, e si è tornati a lavoro, a dover seguire quella routine che porta impegni di vario genere che, a volte, non riescono a far assumere la giusta regolarità nella conduzione del proprio stile di vita. Vediamo quindi insieme cosa possiamo fare per ripartire e tornare in forma o per mantenerla.

Attività fisica moderata

La corsa e la camminata veloce sono indicatissime per attivare tutti i muscoli del corpo, bruciare calorie ed eliminare le tossine ancora presenti nel nostro corpo. Se anche per soli 30/40 minuti, l’attività fisica moderata aiuta a riattivare il metabolismo e abituare il corpo al movimento, per poi incrementare la quantità di tempo impegata nello sport fino all’ora/ora e mezza.

Idratazione

Dopo tutto l’abuso che ne è stato fatto, è tempo di limitare alcolici e aperitivi, al massimo, ai soli week end. L’idratazione è fondamentale per l’organismo sempre e comunque e non parliamo solo di bere acqua, ma anche tisane calde, detox e drenanti, indispensabili durante i periodi freddi, quando la sensazione di sete viene avvertita meno. Ci si può idratare anche grazie all’assunzione di cibi ricchi di acqua come alcune verdure a foglia verde e la frutta.

Alimentazione

Prima di tutto una alimentazione corretta parte dal consumo di soli cibi di stagione. Fortunatamente l’inverno offre una scelta molto vasta tra diverse varietà di frutta e verdura, con le giuste proprietà, utili a perder peso ma anche a preservarci dai malanni di stagione. Vediamo insieme quali sono i più importanti:

  • Arance, limoni e pompelmi: concentrati di vitamina C, ottimi per purificare l’organismo e per rinvigorire le difese immunitarie. Il pompelmo contiene anche provitamina A, D, B1, P, e funge anche da anti-colesterolo.

  • Cavolfiori, broccoli, cavoli: ricchi di vitamine (A e C) e minerali (potassio, calcio, fosforo, ferro) importantissimi per i nostri organi depurativi (fegato e reni).

  • Carciofo: dalle note capacità digestive, stimola la diuresi e tiene basso il colesterolo.

  • Finocchio: agisce sul gonfiore addominale e corrobora i processi digestivi.

È importantissimo prendersi una lunga pausa dallo zucchero: si può provare ad assumerne sempre meno per poi eliminarlo del tutto.

Il sale va dosato bene dato che bisogna considerare quello già presente negli alimenti.

I cibi elaborati, come le merendine, i sughi pronti, i succhi di frutta preconfezionati, le salse, le bevande gassate, hanno enormi percentuali di sostanze dannose, oltre che valori nutrizionali troppo alti per far parte di una nutrizione equilibrata, soprattutto a causa dell’enorme apporto di grassi saturi presenti in essi e alla scarsa presenza di fibre, vitamine, minerali.

Cottura

Ricordiamo che le cotture con oli cotti sono molto pesanti da digerire e portano ad avere alti livelli di colesterolo nel sangue. La cottura consigliata è quella al vapore, dato che consente agli alimenti di trattenere tutte le loro proprietà. Se proprio non possiamo (o non ci piace) la cottura nella pentola a pressione viene subito dopo quella a vapore, seguita ancora dalla bollitura, seguendo il principio di minor dispersione di vitamine, sali minerali e altri elementi nutritivi presenti negli alimenti.

Inutile dire che la frittura dovremmo abbandonarla per un po’ di tempo.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci, Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.


Commenti


Lascia un commento

Nota: eventuale codice HTML verrà scartato