MENU
+39 06 9032031
Compara

Punti neri, come eliminarli

Punti neri, come eliminarli

La comparsa di punti neri sulla cute è generalmente conseguente a delle alterazioni profonde dei processi di secrezione sebacea, spesso contestualmente a una scarsa pulizia della pelle.

Cerchiamo prima di capire insieme quali sono i processi che ne portano alla formazione, per poi analizzare i metodi più efficaci per eliminarli.

La secrezione sebacea: un processo continuo

La secrezione sebacea porta a un fisiologico e progressivo accumulo di sebo nelle cellule che lo producono, che aumentano di volume fino a scoppiare. Tale evento porta al riversamento del sebo all'interno del follicolo pilifero, insieme ai residui delle cellule stesse.

In condizioni di buona cura e salute cutanea, tale condizione raggiunge poi un equilibrio.

È possibile, però, che si soffra di seborrea, ovvero una disfunzione delle ghiandole sebacee, che causa un'eccessiva produzione di sebo, causa principale del manifestarsi di comedoni, ovvero i punti neri.

Come eliminarli

In prima battuta, per eliminare i punti neri, li si può rimuovere grazie ad appositi estrattori, generalmente creati in acciaio inossidabile e che hanno l’estremità a forma di anello. Li si poggia sulla cute centrando il punto nero e si preme fino a quando le impurità fuoriescono dal poro ostruito, per poi rimuoverle e pulire l’area. Per facilitare tale azione, è consigliabile eseguire dei vapori, cha aiutano a dilatare i pori: si può aggiungere del bicarbonato a dell’acqua bollente per sfruttare sia il vapore che le doti pulenti del bicarbonato.

Ancora più indicati sono i peeling che aiutano a eliminare le cellule morte e gli eventuali residui di polvere, inquinamento e trucco che ostruiscono i pori, così come maschere purificanti ed esfolianti, che fanno respirare la cute e riducono il sebo in eccesso.

Tra queste ultime, quelle a base di carbone vegetale, che riescono a conferire alla pelle una maggiore luminosità: tale principio, insieme all’argilla e al caolino, ha anche effetti purificanti per la pelle.

Anche il miele e la cannella stimolano la circolazione ed esplicano un’azione antibatterica e apportano radiosità, se spalmati sulla zona da trattare e apponendo poi una garza pulita per pochi minuti. È molto importante anche modulare l’azione aggressiva che alcuni detergenti possono avere sul viso, massaggiando prima degli oli vegetali su di esso, come l’olio di cocco.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.


Commenti


Lascia un commento

Nota: eventuale codice HTML verrà scartato