MENU
+39 06 9032031
Compara

Aria condizionata? Attenzione alla cervicale!

Aria condizionata? Attenzione alla cervicale!

Le ultime estati sono sempre più calde e molti di noi non possono proprio fare a meno dell’aria condizionata in casa, specialmente quando la sera il caldo e l’afa non ci consentono di addormentarci e di riposare a modo.

Purtroppo, un utilizzo eccessivo o errato del condizionatore può portare a diversi disturbi e la cervicalgia è tra quelli più comuni. Si tratta di un dolore localizzato nell’area cervicale, che a volte può portare anche a cefalea e capogiri.

Se non si può fare a meno dell’aria condizionata, è importante almeno adottare alcuni accorgimenti per prevenire il rischio di dolori alla cervicale.

Impostare la temperatura correttamente

Per evitare di creare una differenza termica troppo alta tra interno ed esterno, e rischiare importanti sbalzi di temperatura quando si esce di casa, bisogna impostare correttamente il condizionatore. La temperatura ideale è intorno ai 26 °C, e si può anche optare per la funzione di deumidificazione, capace di rendere più piacevole il clima all’interno della casa, pur senza ridurre effettivamente la temperatura.

La direzione del getto

Se il condizionatore è posizionato sopra il divano o sul letto, è fondamentale evitare di direzionare l’aria direttamente sul proprio corpo: determinati apparecchi dispongono di sensori a infrarossi che percepiscono i movimenti in ambiente e direzionano di conseguenza l’aria. È sicuramente importante, quindi, fare attenzione al punto di installazione del condizionatore e sfruttare il movimento delle alette che dirigono il getto per evitare di incorrere in fastidiosi mal di schiena, torcicolli e cervicali.

Consigli pratici

DI seguito trovate dei piccoli consigli che vi aiuteranno a condizionare al meglio gli ambienti della casa e di evitare disturbi dovuti all’aria condizionata:

  • Non tenere acceso il condizionatore per routine, come quando non fa particolarmente caldo.

  • Se si utilizza la funzione di deumidificatore, l’umidità ottimale è tra il 40% e il 60%.

  • Non collocare il condizionatore al di sopra di divani o letti, per evitare il getto diretto su sé stessi.

  • La differenza di temperatura tra l’esterno e l’interno non deve superare i sei gradi, per evitare sbalzi termici.

  • Per corroborare la diffusione dell’aria condizionata, si può installare, contestualmente al condizionatore, un ventilatore da soffitto con pale.

  • Di notte, limitare il tempo di accensione del condizionatore e sfruttare la programmazione dell’impianto in modo che si spenga anche solo mezz’ora dopo che andate a letto: così si eviterà di trascorrere tutta la notte nell’aria condizionata.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.


Commenti


Lascia un commento

Nota: eventuale codice HTML verrà scartato