MENU
+39 06 9032031
Compara

Capelli sfibrati dall'estate? Ecco qualche consiglio

Capelli sfibrati dall'estate? Ecco qualche consiglio

Quando arriva settembre i capelli possono risultare stressati e sfibrati, a causa della reiterata esposizione ai raggi del sole, ma anche come conseguenza dell’azione di vento, salsedine e cloro delle piscine.

La salute della chioma può essere messa a repentaglio anche dall’uso smoderato di piastre, phon e prodotti aggressivi (dalle tinte ai fissanti), così come dallo stress, una cattiva alimentazione e dall'inquinamento atmosferico.

Capelli rovinati o sfibrati?

È importante riuscire prima a capire qual è lo stato di salute dei nostri capelli prima di mettere in atto i rimedi giusti.

I capelli semplicemente rovinati, risultano privi di brillantezza e morbidezza, oltre a risultare ruvidi al tatto, opachi e difficili da pettinare, con perdita del colore e della luminosità.

I capelli sfibrati, invece, risultano avere una struttura proteica alterata, risultando più sensibili alle aggressioni esterne e le cause provengono spesso anche dallo stress o da alterazioni fisiche generali.

Come agire?

Finita l’estate è bene non stressare ulteriormente la chioma con tagli, tinte e colorazioni.

Ricorriamo invece ai prodotti nutritivi formulati per garantire la giusta idratazione al capello, senza appesantirlo, al fine di evitare le rotture e corroborarne l’elasticità. Ciò è importante soprattutto quando i capelli risultano secchi e sfibrati: i prodotti utili sono quelli a base di camomilla, aloe vera, avena, che sono ricche di principi ristrutturanti lenitivi, e olio di jojoba o cheratina.

È importante anche applicare una maschera nutriente, oltre che ricorrere all’ausilio di phon professionali che rispettino la naturale idratazione del fusto, e all’applicazione di prodotti protettivi che proteggono dal calore del phon o della piastra.

Buone abitudini

Le sostanze nutrienti cui ricorrere per maschere e impacchi sono, principalmente, il burro di karitè e l'olio di mandorla: il primo contiene l'80% di acidi grassi essenziali ed è ricco di vitamina A e vitamina E che apportano il giusto nutrimento, mentre l’olio di mandorle è essenziale per capelli dalla struttura grossa e che si presentano molto secchi.

Per quel che riguarda gli oli, sono molto utili quello di cocco e quello di Argan, applicabili anche insieme: il primo è particolarmente efficace per apportare nutrimento alla fibra capillare, in quanto capace di arrivare in profondità, idratando, proteggendo e regalando la giusta morbidezza e resistenza alla chioma. L’olio Argan apporta un effetto brillantezza e setosità grazie alla ricchezza in omega 6 e 9, oltre a proteggere i capelli dall’ossidazione e a ricostituire una fibra leggera e lucente.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.


Commenti


Lascia un commento

Nota: eventuale codice HTML verrà scartato