MENU
+39 06 9032031
Compara

Accortezze per l’aria condizionata e gli sbalzi di temperatura

Accortezze per l’aria condizionata e gli sbalzi di temperatura

In auto, a casa, in ufficio l’aria condizionata può essere un aiuto importante per rendere più sopportabili l’afa e la calura estiva. A patto, però, di usarla bene altrimenti si può incorrere in vari problemi di salute, soprattutto alle vie respiratorie.

Infatti, passare rapidamente dalle torride temperature esterne ad ambienti interni eccessivamente raffreddati non consente all’organismo di adattarsi, favorendo irritazioni e infiammazioni delle vie aeree che possono causare il classico raffreddore, il mal di gola e la bronchite, ma anche dolori articolari, muscolari e addominali.

Più aumenta il divario fra temperatura esterna e temperatura interna dell’ambiente climatizzato e più cresce la possibilità di conseguenze negative per l’organismo

Ecco, quindi, alcuni consigli per utilizzare bene l’aria condizionata ed evitare gli sbalzi di temperatura:

  • Mantenere la temperatura dell’aria condizionata tra i 25° e i 26°
    Anche se ciascuno ha una sua percezione soggettiva di comfort di temperatura è bene non scendere mai a temperature inferiori ai 24° per evitare problemi come polmoniti, emicrania e raffreddamento.

  • Regolare il livello di umidità fra il 40 e il 60%
    Perché gli ambienti troppo secchi possono seccare le mucose, gli occhi e irritare le vie respiratorie.

  • Azionare l’aria condizionata quando si entra in casa o in macchina
    In questo modo la temperatura dell’ambiente scende gradualmente e l’organismo ha il tempo di ambientarsi.

  • Indossare un foulard di cotone quando si va in supermercati e centri commerciali
    Questi luoghi sono solitamente molto raffreddati e coprirsi la bocca con una sciarpina consente di respirare aria più calda, così da proteggere le prime vie aeree.

  • Sottoporre l’impianto e i filtri alle regolari operazioni di pulizia
    Sia le macchine sia i filtri devono essere sottoposte a regolari operazioni di pulizia almeno due volte all’anno, a fine stagione così da evitare il proliferare di germi e batteri e consentire una conservazione ottimale dell’impianto, e prima di rimetterle in funzione. Senza la dovuta manutenzione, i condizionatori possono diventare veri e propri covi di germi che vengono poi diffusi negli ambienti in cui si soggiorna, causando la cosiddetta “Sindrome dell’edificio malato”.

  • Spegnere l’aria condizionata prima di andare a dormire
    Dormire nell’aria condizionata fa male e può causare tosse e bronchite, per cui spegnetela prima di andare a dormire o utilizzate la funzione “notte”.

Seguendo questi pratici e semplici consigli, l’estate non solo sarà fresca ma anche priva di spiacevoli problemi causati da un uso errato dell’aria condizionata!





Commenti


Lascia un commento

Nota: eventuale codice HTML verrà scartato