MENU
+39 06 9032031
Compara

Allergie primaverili: come prevenirle

Allergie primaverili: come prevenirle

Così come la primavera, anche i primi fastidiosi sintomi delle allergie sono dietro l’angolo e, insieme a essi, la spossatezza che ne può derivare.

Oltre ad assumere gli antistaminici durante il “periodo incriminato”, è possibile prevenire tali manifestazioni sintomatiche grazie a diverse buone pratiche che possono quantomeno ridurne l’intensità.

Prevenire naturalmente

In natura esistono molti principi antinfiammatori e antistaminici, capaci di aiutarci a prevenire o ridurre i sintomi delle allergie e tra questi troviamo:

  • Perilla: svolge un’azione antinfiammatoria che riduce l’intensità dei sintomi respiratori e cutanei. È utile anche per decongestionare le vie nasali.

  • Ribes nero: nella sua forma di gemmoderivato, l’olio essenziale, i flavonoidi e i glicosidi, producono una azione di supporto per le ghiandole surrenali nella produzione di cortisolo, che ci aiuta a combattere le infiammazioni.

  • Rosa canina e Carpinus betulus: la prima è efficace nella cura della pollinosi, in quanto regola la risposta immunitaria, e il carpinus betulus ne supporta l’effetto, portando la sua azione (e quella del ribes nero) verso le zone aeree alte.

Alimentazione e depurazione

L’attenzione a ciò che si mangia è molto importante anche in caso di allergie respiratorie e cutanee: è importante ridurre i cibi ricchi di istamina o istamino-liberatori tra cui troviamo formaggi fermentati, salumi, pesce grasso (alici, salmone), frutti di mare, cioccolato e alcol.

Meglio concentrarsi sul drenaggio e la depurazione epatica, perché gli allergeni interagiscono anche con il fegato che, se non depurato, può portare a una reazione più acuta.

È benefico, in questo senso, assumere sostanze come l’inositolo e l’acido-alpha-lipoico, oppure il cardo mariano e i carciofi, benefici per la salute del fegato, senza dimenticare che è altrettanto importante il drenaggio dei reni, magari rifacendosi al tarassaco.

Igiene del naso

Effettuando quotidianamente dei lavaggi nasali si possono rimuovere gli allergeni, la polvere, gli agenti inquinanti, i batteri e i virus. Vengono spesso adoperate, a tal fine, le soluzioni saline: l’acqua di mare, grazie alle sue doti antibatteriche, è ottima contro le affezioni del cavo oro-nasale, come la sinusite, e per le malattie da raffreddamento.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure chiedere semplici delucidazioni, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti sarà lieto di risponderti.


Commenti


Lascia un commento

Nota: eventuale codice HTML verrà scartato