MENU
+39 06 9032031
Compara

Disturbi intestinali

Disturbi intestinali

Nella vita di ciascuno di noi può capitare, anche di frequente, di soffrire dei cosiddetti “disturbi intestinali”, ossia una serie di fastidi come mal di pancia, stipsi, diarrea e simili.

I disturbi intestinali possono essere dovuti a molteplici cause e la loro insorgenza può essere anche legata a particolari fasce d’età e circostanze. Ad esempio, nei bambini molto piccoli potrebbero essere dovuti alla comparsa d’intolleranze o allergie alimentari, specialmente legate al latte, perciò è bene non sottovalutarli e scoprire la causa scatenante e il tempo di persistenza.

Tra le principali cause di disturbi intestinali vi sono le infezioni batteriche virali, che spesso causano anche nausea e vomito. In questi casi, l’intestino è colpito da un’infezione che tarda a risolversi a causa della riduzione del potere delle difese immunitarie.

Per ristabilire il benessere intestinale, è bene chiedere il parere al proprio medico curante che, valutata la causa del disturbo, saprà consigliare il trattamento specifico migliore.

In tutti casi, per ripristinare l’equilibrio della flora intestinale è bene seguire questi semplici consigli:

-          Regolare l’alimentazione: una corretta dieta è fondamentale per far sì che l’intestino non abbia problemi. È importante fornire all’organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno, e nelle corrette quantità. In particolare, in caso di disturbi intestinali, non deve mai mancare l’apporto di fibre vegetali e vitamine, per favorire la motilità intestinale e potenziare il sistema immunitario;

-          Bere almeno due litri d’acqua al giorno: bere la giusta quantità di acqua è indispensabile per regolare l’intestino e fare in modo che l’intestino conservi la sua motilità ottimale e le feci non aumentino di consistenza, rendendone difficile l’eliminazione e  creando le condizioni per l’insorgenza della stipsi;

-          Probiotici: i fermenti lattici probiotici sono delle sostanze dall’azione benefica per l’organismo e l’intestino. Possono essere assunti sia preventivamente, proprio per evitare queste condizioni, sia in caso di disturbi o cambiamenti di alimentazione.

 

In caso di disturbi intestinali bisogna anche evitare il più possibile un’eccessiva assunzione di cibi che fermentino a livello intestinale, come i latticini, gli zuccheri composti, l’alcool ed i salumi.

Avete ancora dubbi o curiosità su questo argomento? Venite a trovarci in sede o contattateci via social o telefonicamente, lo staff della Farmacia Tozzi vi fornirà con piacere tutte le informazioni di cui avete bisogno!


Commenti


Lascia un commento

Nota: eventuale codice HTML verrà scartato